Studio legale Celi-Home-Benvenuti

Studio legale Celi-Home-Benvenuti

"Il diritto europeo ha oggi assunto un ruolo preminente ed essenziale, da esso non può ormai prescindersi"
 
Settori di attività e tutela dei diritti fondamentali
   
In primo piano
Corte di giustizia dell'Unione europea
C-350/2020
La normativa italiana che esclude i cittadini dei paesi terzi titolari di un permesso unico dal beneficio di un assegno unico di natalità e di maternità è contraria al diritto dell'Unione.
LEGGI ALTRO
In evidenza
Public antitrust enforcement della concorrenza e private enforcement
Decisione della commissione europea sulle intese anticoncorrenziali vietate dall'art. 101 TFUE, accertate nell'ambito del mercato comune europeo delle conserve vegetali.
LEGGI ALTRO
Aiuti di Stato
Art. 107 TFUE- La Commissione approva la carta degli aiuti a finalità regionale 2022-2027
La Commissione europea ha adottato la comunicazione 2021/C 153/01 con cui indica gli orientamenti e le condizioni affinchè possano essere considerati compatibili con il mercato interno gli aiuti di Stato erogati nei confronti  di Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, regioni italiane più svantaggiate nelle quali vive il 41,99 % della popolazione italiana.
Leggi altro
Cooperazione giudiziaria in materia civile
Art. 7 del regolamento (UE) 1215/2012 (c.d. Bruxelles I-bis), concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale
La Corte di giustizia dell'Unione europea nel caso Wikingerhof vs Booking.com afferma che l’art. 7 del regolamento Bruxelles I-bis che disciplina i c.d. fori speciali nell’ambito della competenza giurisdizionale, deve essere interpretato nel senso che esso si applica a un’azione diretta a inibire determinate pratiche messe in atto nell’ambito del rapporto contrattuale che vincola l’attore al convenuto e fondata su un’allegazione di abuso di posizione dominante commesso da quest’ultimo, in violazione del diritto della concorrenza
Leggi altro
Trasporto aereo
Regolamento (CE) 261/2004 e convenzione di Montreal del 1999
La Corte di giustizia dell'Unione europea nel caso Nelson e a. vs Lufthansa afferma che i passeggeri di voli ritardati hanno diritto ad una compensazione pecuniaria in forza del  regolamento (CE) 261/2004 quando, a causa di siffatti voli subiscono una perdita di tempo pari o superiore a tre ore, vale a dire quando giungono alla loro destinazione finale tre ore o più dopo l'orario di arrivo originariamente previsto dal vettore aereo
Leggi altro